banner sito
Vai ai contenuti
Da Porto impieghiamo poco più di un'ora per arrivare alla "fermata intermedia" di Aveiro, piccolo centro insediato ai margini di una zona paludosa prospiciente l'Oceano Atlantico e famoso in Portogallo per ...essere simile a Venezia. In effetti una piccola rete di canali è presente, poi ci sono anche diverse imbarcazioni la cui fattura richiama vagamente le gondole veneziane e dedite al trasporto dei turisti; per il resto, non presenta elementi di attrattiva tali da sostare più a lungo del tempo per unA breve passeggiata lungo i marciapiedi del canale principale.
Un'ora e trenta minuti di strada scorrevole ci separano dall'arrivo a Tomar per la visita al castello dei Templari all'interno delle cui possenti mura, che dominano sul paese di Tomar, c'è il bellissimo Convento de Cristo; risalente al XII secolo è un complesso in cui sono racchiusi vari stili, eredità dei regnanti che si sono succeduti nel tempo, frai quali spicca la Charola, ampia chiesa templare a 16 lati con forme semplici ma ornamenti di gran pregio. Si incontrano poi diversi ornamenti gotici ma anche nell'inconfondibile stile manuelino (uno stile stavagante e d'effetto) e si cammina per chiosti decorati da azulejos o con eleganti impronte rinascimentali che contrastano con le simbologie manueline. Visita che occupa tempo ma ne vale sicuramente il viaggio.    
Se ci si allontana di qualche km. dal convento (sulla strada per Leira) si ha modo di ammirare con compiutezza l'imponente Aqueduto de Pegões, un'opera idraulica risalente ala fine del XVI secolo destimnata all'approvvigionamento idrico del convento.
Scendiamo in paese, dove pernotteremo, e ci rilassiamo nel parco in riva al fiume che attravera il paese, passeggiando poi per il piccolo centro storico fino alla seicentesca piazza principale - dominata dal sovrastante castello, dove si erga l'Igreja de São João Baptista, caratterizzata da portali manuelini e internamente decorata con diversi azulejos.

Il giorno seguente, di buon mattino, ci dirigiamo alla vicina Batahla per la visita al Mosteiro de Santa Maria da Vitória, una straordinaria abbazia del XV secolo che fin dall'esterno colpisce il turista per la sua colorazione ocra e gli innumerevoli pinnacoli, archi, balaustre scolpiti in stile gotico; l'interno è ugualmente di vaste dimensioni e coreografico per la luce che fltra dalle vetrate colorate. Anche qui, in uno dei chiostri, troviamo la mano dello stile manuelino in diverse decorazioni e incisioni su pietra che rappresentano fiori, conchiglie; il secondo chiostro è invece in stile gotico, con linee semplici e pulite. Ma quello che più colpisce sono le costruzioni accessibili solo dall'esterno del monastero: le Capelas Imperfeitas, un mausoleo  ottagonale incompiuto con ricche decorazioni manueline di cardi, fiori, lumache, edere, il tutto a cielo aperto perchè, come detto, è un'opera incompiuta.
Cambiate pagina e continuate a leggere il racconto del viaggio che prosegue in Extremadura.

Copyright © 2019 Diariovacanze.it
Torna ai contenuti