banner sito
Vai ai contenuti
Lasciamo, di primo mattino, Lisbona con destinazione Vila Nova de Milfontes passando da Setubal per imbarcarci sul traghetto che in poco più di mezz'ora collega la città con la Peninsula de Tróia, una lingua di terra di circa una quindicina di km. ricoperta da pinete che separano le lunghe spiagge dalla strada che la attraversa; meta balneare molto gettonata anche perchè facilmente raggiungibile e esente dai rumori generati dal traffico veicolare.

Viaggiamo non lontani dal profilo costiero, il paesaggio è arido, selvaggio e segnato dai venti atlantici che sferzano frequentemente in una regione caratterizzata da scarse precipitazioni. In meno di due ore arriviamo a Vila Nova de Milfontes, un paesino di circa 5.000 abitanti che in estate si risveglia e si affolla di turisti che si riversano sulle belle spiagge del circondario; è una tappa intermedia prima del soggiorno in Algarve e buon punto di partenza per la scoperta del litorale o per passare ore/giorni lungo i numerosi, ben tracciati e panoramici sentieri della nota Rotavicentina, una rete di 340 km di sentieri (in parte litoranei e in parte interni) che si estende da Santiago do Cacém fino a Cabo São Vicente nell'Algarve.
Per un paio di giorni alterniamo soste balneari a brevi, sceniche camminate costiere a strapiombo sul mare incontrando bellezze naturali fatte da calette più o meno accessibili, ampie e lunghe spiagge dorate cintate da ripide scogliere e da acque azzurre e cristalline; è una costa bellissima, spesso nemmeno insidiata dalla civiltà di agglomerati urbani e le spiagge che incontriamo ne sono la testimonianza: praia de Almograve, praia do Amado, praia da Amoreira, praia da Arrifana, praia de Alteirinhos, praia do Monte Clerigo, praia da Fateixa, praia de Odeceixe, praia da Zambujeira senza mettere in secondo piano il percorso che porta al Pontal da Carrapateira, aspro, selvaggio e a picco sul mare con un fascino tutto suo.

Sono luoghi che si prestano benissimo a una vacanza di trekking fra natura e mare, ma non in questo periodo: c'è molto caldo e il riverbero dei raggi solari sulle rocce non è certo d'aiuto.

Copyright © 2019 Diariovacanze.it
Torna ai contenuti