banner sito
Vai ai contenuti
bandiera portogallo
(background music: Uma casa portuguesa performed by Amalia Rodrigues)
Il Portogallo è una piccola nazione anzi, ai tempi del dominio romano era solamente una provincia: la Lusitania. Situato all'estremo occidentale dell'Europa, potrebbe essere percorso in poco tempo considerato che per attraversarlo da nord a sud sono sufficienti meno di 6 ore di viaggio in auto e poco più di 2 ore per passare dalla costa atlantica  al confine spagnolo.
Ma sarebbe un grande errore avere tutta questa fretta perchè, in così poca estensione, vi si trova un concentrato di opportunità turistiche adatte a tutti i palati: i territori del Douro, con i suoi pregiati vini, città romantiche da gustare rigorosamente a piedi come Lisbona e Porto, destinazioni religiose di fama mondiale come Fatima ma anche i Cammini di Santiago, per non dimenticare le zone turistiche per eccellenza dell'Algarve con le sue bellissime spiagge cintate dalle falesie e le coste atlantiche con lugge spiagge sabbiose meta di surfisti che vi giungono da tutta Europa. Ma una citazione la meritano anche i castelli, le città medievali e i parchi naturali, attrazioni da scoprire che sono disseminate nelle regioni interne.
Per questi motivi, la programmazione di un viaggio in Portogallo non può e non deve essere frutto di una sintetica occhiata alla mappa (con conseguente sottovalutazione delle opportunità che offre il Paese) per costruirsi una fugace vacanza, ma il frutto di una attenta valutazione, eventualmente pianificando una successiva visita se il tempo a disposizione non vi consente di completare la panoramica di questa bellissima e tranquilla terra d'occidente.

Nelle pagine seguenti, il resoconto del nostro viaggio di tre settimane da nord a sud compiuto nell'agosto 2018.  


Copyright © 2019 Diariovacanze.it
Torna ai contenuti