banner sito
Vai ai contenuti
In teoria basterebbero circa 90' per trasferirsi in auto da Vila Nova de Milfontes a Lagos, in pratica abbiamo impiegato più di mezza giornata: fin dove possibile abbiamo seguito il profilo costiero, perchè merita parecchio, fermandoci spesso per qualche scatto fotografico o semplicmenete per fare due passi nel silenzio, in mezzo al nulla, a strapiombo sul mare. Da Aljezur in poi invece abbiamo tagliato per l'interno arrivando in breve tempo a destinazione.

Lagos è una cittadina squisitamente turistica, molto affollata nei periodi estivi, con un centro storico nel quale vale la pena fare due passi anche solo dopo cena in quanto è animato e con tantissimi locali pubblici come bar, gelaterie, etc. La scelta per le cinque notti di soggiorno a Lagos e caduta sull'Hotel Carvi Beach per diverse ragioni: è fuori dal caos e dalla frenesia estiva diurna e notturna di Lagos ma non troppo decentrato (con uan passeggiata di 1 km. si è in centro senza patemi di parcheggio), ha un bel parcheggio proprio di fronte all'hotel, è a pochi passi dalla bellissima e nota Praia Dona Ana e a 200 metri dall'altrettanto incantevole Praia do Camilo che nei giorni seguenti avremmo preso come base balneare di relax fra un'escursione e l'altra. Entrambe sono racchiuse da una alta falesia verticale e policroma, alla prima si accede con una breve scalinata dal parcheggio di fronte all'hotel (dall'alto del quale si ha modo di vedere un bellissimo panorama sul sottostante arenile), la seconda è più piccola e accessibile con una scalinata di 200 gradini, dall'alto dei quali si gode un colpo d'occhio meraviglioso.

I cinque giorni di soggiorno in Algarve, oltre alle citate spiagge di Lagos, sono stati dedicato alla tappa irrinunciabile di Cabo São Vicente dove abbiamo assistito al classico e coreografico tramonto sull'oceano dallo sperone del faro con un vento teso e freddo che faceva dimenticare il clima estivo; lungo il percorso, si può prendere la deviazione per Sagres e spingersi fin sulla punta per visitare la  Fortaleza de Sagres: se la fortezza in sè e per sè non offre molto, è invece opportuno compiere il percorso a piedi attorno al perimetro del promontorio, un tragitto di meno di un'ora sul ciglio della scogliera a strapiombo con panorami mozzafiato.
Mentre Ferragudo e Portimao non hanno da offrire particolari attrattività, in quanto sostanzialmente sono  solo centri turistici e residenziali, diverso è il discorso per Faro, il capoluogo dell'Algarve: vale il viaggio una passeggiata per il centro storico, la Cidade Velha, racchiuso all'interno di mura medievali è un'intersecarsi di stretti borghi lastricati, silenziosi e freschi al cui centro si treova la piazza che ospita il , la cattedrale, un miscuglio di stili dal XII secolo in poi a causa di varie ricostruzioni, l cui pezzo forte è la torre campanaria dalla cui sommità si gode una bella vista sulla laguna e sulla Cidade Velha. Uscendo dal centro storico, ma a poca distanza, un altro elemento di interesse è la Igreja de Nossa Senhora do Carmo, una chiesa barocca del XVIII secolo con una facciata d'effeto, nel cui cortile interno sorge la Capela dos Ossos, macabro manufatto del secolo successivo edificato con i teschi e le ossa di oltre 1000 monaci. Da Portimao ci siamo tuttavia imbarcati per una piacevole escursione marittima di 3 h. lungo una belissima e coreografica costa frastagliata, tortuosa e tormentata, ricca di anfratti, baie e piccole spiagge fino alla nota e altrettanto bella gruta de Benagil, forse il luogo più fantastico dell'Algarve: una enorme cavità naturale, dala cui sommità aperta penetra il sole ad illuminare la piccola spiaggia accessibile solo dal mare. Uno spettacolo indimenticabile.
I motivi, invece, che possono convincere a spingersi fino alla turistica Albufeira per una gita di una giornata intera risiede essenzialmente nelle sue spiagge: noi, per terminare il soggiorno portoghese, abbiamo scelto la balneazione alla caratteristica praia da Falésia, una lunghissima e dorata spiagga protetta da una alta e cromatica falesia che si trova a est del paese.
Copyright © 2019 Diariovacanze.it
Torna ai contenuti