banner sito
Vai ai contenuti

Informazioni e notizie sulle Galapagos

Le Galàpagos sono una delle 22 province che compongono l'Ecuador; il fatto di essere situate al largo dell'oceano Pacifico, a 1.000 km dalle coste dell'Ecuador, ne ha comportato per secoli e secoli (esattamente fino al 16°, quando furono scoperte) il totale isolamento delle forme di vita. La fauna e la flora endemiche che Darwin ebbe modo di osservare, quando giunse in queste lande di lava ai primi dell'800, furono la base dello sviluppo della nota darwiniana teoria sull'evoluzione della specie.  
Proprio questo è .... l'unico motivo (!) che può spingere un viaggiatore a sorbirsi un viaggio così lungo (in tutto fanno 15 ore di aereo e un pernottamento a Quito): l'integrità dell'ambiente naturale, la varietà e le quantità delle specie animali, il loro modo friendly di approcciare l'essere umano, la trasparenza dei suoi mari, la selvaggia bellezza di queste  isole di origine vulcanica. Scordatevi villaggi turistici, discoteche, spiagge attrezzate: qui c'è solo la Natura  (con l'enne maiuscola).    


L'arcipelago è situato proprio a cavallo dell'equatore e quindi - dal punto di vista della temperatura - è visitabile in qualsiasi periodo dell'anno considerato che la temperatura media è attorno ai 26-28°. Qualcosa in meno ed acqua piuttosto fredda nei nostri mesi estivi, qualcosa in più nel nostro inverno. Nella stagione delle piogge, fra gennaio ed aprile, la miscela di caldo e umidità è sicuramente pesante ma le giornate di sole sono sempre presenti, a differenza degli altri periodi dove prevale la nuvolosità pur non piovendo quasi mai. Dicevo del  mare: acqua con temperatura piacevole, 24°, da gennaio ad aprile mentre la troviamo a 21-22° fra giugno e settembre. Se date un'occhiata al sito di Galapaguide
vi fate un'idea più completa delle condizioni climatiche.
In tutto sono una ventina di isole, fra isolotti e terre più estese, delle quali solo 4 abitate: isola di Santa Cruz con la città di Puerto Ayora (l'abituale capolinea turistico e la più popolata), isola di San Cristobal che ospita Puerto Baquerizo Moreno (il capoluogo dell'arcipelago) e l'aeroporto secondario, isola Isabela e isola di Santa Maria (altrimenti detta isola Floreana).  Sull' isola di Baltra (dieci minuti di traghetto da Santa Cruz) c'è l'aeroporto principale: sarebbe da considerare la quinta isola abitata ma a parte la pista d'atterraggio non c'è altro.....

Per il soggiorno in queste isole, quindi, bisogna pensare solo ad una delle quattro citate, collegate fra di loro da trasporti privati abbastanza cari e avventurosi. Per il resto non vi resta che aggregarvi ad uno dei tantissimi tour  che partono da Puerto Ayora.

Ma cosa fanno i circa 20.000 (dicono) abitanti dell'arcipelago? Come si fa a vivere alle Galapagos? Beh, quasi il 50% lavora per il Parco Nazionale (l'arcipelago è tale dal 1959) o per strutture strettamente collegate, il resto vive di pesca ed agricoltura, fa l'equipaggio sulle imbarcazioni che fanno le crociere alle Galapagos oppure lavora per i tour operator presenti alle Galapagos; ma tutti traggono grande vantaggio dal turismo. Maggiori informazioni e notizie sulle Galapagos le troverete nella sezione Vademecum: non perdetevela!




Copyright © 2019 Diariovacanze.it
Torna ai contenuti