Vai ai contenuti
EUROPA > REP. IRLANDA > Descrizione dei luoghi

Lasciamo Dublino percorrendo un buon tratto della M50, l'anello autostradale che corre intorno alla città, per imboccare la R115 che ci porterà a Glencree, Sally Gap e Glendalough, attraversando quindi il Wicklow Mountains National Park.

La strada che sale da  Glencree è stretta e tortuosa, sempre più mano a mano che si sale verso il crinale, ma intorno sfilano paesaggi selvaggi rappresentati da una catena montuosa e da valli glaciali di  spettacolare bellezza. Le vette (si fa per dire, In Irlanda le altezze sono relative) si ergono aspre e desolate, a separare valli verdeggianti con distese di felci e rivoli d'acqua che scendono tumultuosi.  Dopo Sally Gap si attraversa Glenmacnass, un lungo tratto deserto di torbiera; peccato per il meteo: la pioggia irlandese sottile, fredda, fitta e con tanto vento che ci ha perseguitato per tutta la giornata, ha sicuramente limitato la scenografia dei luoghi ma il verde, lo smeraldo della natura era sempre pronto a deflagrare qualora si fosse aperto il cielo.

Accompagnati da questo clima uggioso arriviamo a Glendalough
(tradotto dal gaelico: valle dei due laghi), angolo alquanto scenografico del Parco Nazionale di Wicklows con le pendici dei circostanti monti ricoperti di foresta che si tuffa nei sottostanti laghi, attorno ai quali corrono sentieri di facile percorribilità. Ed è uno di questi che, nonostante il tempo inclemente, decidiamo di percorrere, quello che ci porta a costeggiare le vestigia di un monastero (risalente al Vi secolo) e di diverse costruzioni circostanti, sempre dell'epoca, di una sponda del lago inferiore e di parte del lago superiore. Vorremmo e ci sarebbe da fare di più, i sentieri e la natura invogliano ma il meteo ci è contro e dobbiamo limitare i tempi all'aperto.
E', questa del parco delle Wicklow e di Glendalough, un'area che si presta molto al trekking leggero e/o mediamente impegnativo o solo a tranquille passeggiate: sia per la natura incontamianta sia perchè vi sono due riserve naturali che proteggono la fauna che vi vive. Per chi volesse programmare escursioni a piedi, in questa pagina del sito del Wicklow National Park
è possibile scaricare diverse mappe.

Copyright © 2018. Tutti i diritti sono riservati, è vietata la riproduzione - anche parziale - del sito senza la preventiva autorizzazione del proprietario. Per contatti info@diariovacanze.it
Torna ai contenuti