viaggi vacanze e turismo fai da te, itinerari, fotografie: diariovacanze.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

PARIGI

EUROPA > Francia > Parigi e dintorni
 

(background music: "non, je ne regrette rien" performed by Edith Piaf)

 
 
 
 


Parigi, la ville lumière, capitale artistica e capitale politica della Francia, capitale di vari regni che nei secoli si sono succeduti ed hanno contribuito alla sua magnificenza.   

La città nella quale neanche ti rendi conto (fino a che non la vedi dalla cima della sua più nota torre) che vi possano vivere 2 milioni di abitanti: spazio, questa è la peculiarità del suo tessuto urbano. Dai parchi alle aree verdi che contornano tanti monumenti, alle larghe piazze. Questa è la prima caratteristica che nota il viaggiatore che entra alla guida della propria auto.

Ma Parigi è anche la città europea per eccellenza con una autentica parata di testimonianze architettoniche della sua storia. E dopo aver rivissuto i fasti delle epoche passate, ti trovi - come nel migliore dei film di fantascienza - in un ambiente surreale: la Défense, avveniristico, quanto glaciale, quartiere uscito dalla fantasia di non so quali e quanti architetti. Ma anche qui le forme e le linee ti colpiscono, con le immense piattaforme elevate ad uso esclusivamente pedonale e le sottostanti arterie ad uso esclusivamente viario. Disorientante ma di grande fascino.

Non so quale altra città, in Europa o forse nel mondo, concentri tante bellezze, quello che so è che ogni volta che ci torni è come fosse la prima volta, con lo stesso entusiasmo e curiosità.

Per quanto grande sia, credo che il modo migliore di visitare, di vedere, di vivere Parigi, sia utilizzare le nostre gambe. Parcheggiate l'auto (fra l'altro è abbastanza facile girare Parigi con propri mezzi) e lasciatevi.... guidare dalle strade. Non importa se siete sulla rive droite o rive gauche: ovunque andrete scoprirete cose che vi affascineranno. E chi proprio non vuole prendere posizione ma .... stare al centro, non si perda una passeggiata lungo la Senna!    

Nelle pagine seguenti alcuni scatti del viaggio in auto dell'estate 1981.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu