viaggi vacanze e turismo fai da te, itinerari, fotografie: diariovacanze.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

GLI ITINERARI NEL TOP END

OCEANIA > Australia > Northern Territory
 
 
 
 
 
 
 
 
 



A circa 35 km da Darwin, si trova l'Howard Spring Nature Park
di facile accesso su strada normale (tragitto di 8 km. su una laterale, ben segnalata, della Stuart Highway; giunti a destinazione, possibilità di percorrere un sentiero facile e breve di meno di 2 km.) che consente di addentrarsi nella confinante foresta per un primo approccio alla vegetazione del Top End.  

Tornati sulla Stuart, si prosegue in direzione sud per circa una decina di km. fino a giungere ad un bivio: a sinistra inizia la Arnhem Highway con un ben visibile cartello stradale che ci indica la direzione per il Kakadu National Park e Jabiru (distante 220 km., all'estremità est del parco); proseguendo dritti invece la Stuart si addentra nel continente attraversandolo fino all'estremo sud di Port Augusta: un viaggio di  oltre 3.000 km.

Proprio all'incrocio fra queste  due strade si trova la Didgeridoo Hut and Urrduddu Emu Farm
(sosta per acquisti didgeridoo e tele originali dei nativi).

Proseguiamo sulla Arnhem Highway che si srotola regolare e diritta mentre ai lati il paesaggio è caratterizzato da una landa abbastanza piatta con vegetazione non particolarmente folta e a tratti anche  rigogliosa, alternata a diverse zone annerite, residuo di recenti incendi.  Questo è il principale pericolo di questa stagione: trovarsi su una pista con un incendio che ti scoppia attorno. D'altronde è inverno, il clima arido favorisce questi fenomeni, spesso provocati perchè è dal fuoco e dalla "pulizia" che fa nel sottobosco che rinascerà la vita floreale la prossima primavera con le prime piogge.

Il traffico si mantiene a livelli minimi, si potrebbe aumentare la velocità (nel Northern Territory non ci sono limiti, se si escludono le città e alcune arterie del Red Centre), passare anche i 100 km/h, ma non è consigliabile: qualche animale potrebbe improvvisamente attraversare la strada. Dopo 30 km. giungiamo alla deviazione (sempre ben segnalata) per Fogg Dam Conservation Reserve
, (area paludosa nella quale ammirare decine, centinaia di uccelli acquatici in placida attesa) dove si arriva in pochi minuti sempre su strada asfaltata. Un paio di piccoli parcheggi (la strada è stretta e non ci sono possibilità di sosta) consentono di attraversare a piedi o in auto, secondo preferenza, questa zona e di percorrere i sentieri circostanti. Memo: munirsi di lozione anti zanzare per climi tropicali.

Pochi km più oltre si incontra la deviazione a sinistra, segnalata,  del Window on the Wetland
; una breve salita sulla strada asfaltata porta in cima alla collina dove è costruito questo centro di esposizione dell'ecosistema. Tornando sulla strada principale, dopo circa un paio di km., sul lato destro c'è un ampio parcheggio con punto di ristoro e l'imbarcadero per la navigazione  (durata di 1h.30') sull'Adelaide River (cercate di arrivare presto, per le 9 di mattina, fa meno caldo) su battelli dai quali si assiste allo "spettacolo" dei jumping crocodiles (interessante).        

Dopo circa 70 km si incontra la deviazione per entrare nel Mary River National Park
. Siamo ormai a circa 170 km. da Darwin, la strada si mantiene in ottime condizioni e poco frequentata, ciò consente di spaziare con lo sguardo sulla natura circostante senza particolari  preoccupazioni (l'unico rischio è di rimanere con lo sguardo incollato sui panorami....).  Nel Mary River N.P. c'è la possibilità di addentrarsi su piste adatte solo a 4WD o di scegliere alcune tracce, percorribili anche da veicoli normali (nella stagione secca), che portano ad aree di sosta e picnic veramente piacevoli.

L'ingresso al Kakadu National Park
è segnalato da due monoliti posti ai lati della strada. Da qui a Jabiru, sono   altri 100km: strada sempre in ottime condizioni, volendo si percorre velocemente, si può tenere la media dei 100 km/h senza particolari rischi. Si attraversa la South Alligator Area, dal nome dell'omonimo fiume che vi scorre. Poco prima di giungere a Jabiru, 30 km.,  ci si può fermare per una visita al Mamukala Bird Observatory: è una breve passeggiata per arrivare ad un capanno su palafitte dal quale osservare la fauna lacustre .       

Jabiru è una piccola ma ordinata cittadina con meno di 2.000 abitanti, situata all'estremità est  del Kakadu (nel linguaggio nativo: Gagadju) National Park, punto di partenza per le spedizioni organizzate nell'Arnhem land;  è l'unico vero centro abitato dell'intero parco del quale costituisce la principale base per le escursioni
. Sono presenti tutti i servizi, c'è un centro di assistenza medica, la banca, la chiesa, supermercato e anche 3 sistemazioni (bungalow, hotel e camping).  Qui pernotteremo per due notti al Kakadu Lodge and Caravan Park.

Appena prima di entrare in Jabiru, dalla Arnhem Highway una deviazione  ben segnalata (strada asfaltata, ben percorribile di circa 40 km.) porta all'interno della East Alligator Area
(il cui nome, ancora una volta, deriva dall'omonimo fiume che l'attraversa) dove si trova Ubirr; qui è d'obbligo percorrere il sentiero attorno alla grande roccia ed ammirare sia il tramonto sia pregevoli esempi di arte rupestre: è circa 1 km. di facile passeggiata a parte l'ultimo strappo se si vuole salire fino in cima per vedere il tramonto sulla piana.  Nessun particolare problema di guida, occorre solo un pò di attenzione per la ridotta sezione stradale. Ad Ubirr siamo praticamente al confine con l'Arnhem land, segnato dall'East Alligator River, inaccessibile a chi viaggia solo, per cui non rimane che tornare indietro.

Si ritorna per la stessa strada fino all'incrocio con la Arnhem Highway, si svolta a sinistra e si imbocca la Kakadu Highway. Da qui all'uscita del Kakadu National Park sono circa 150 km.: strada asfaltata, pochissimo traffico, si percorre anche velocemente.

Lungo il tragitto, diverse sono le occasioni per deviare.

Dopo appena 2 km non mancate di visitare il Bowali Visitor Centre
(impossibile non vederlo, è a ridosso della strada), centro di storia delle comunità native e di ricostruzioni di ambienti naturali: proseguendo per altri 20 km. si trova l'indicazione, sulla sinistra della deviazione per Nourlangie (nella lingua nativa: Nawulandja).  Nell'area ci si arriva dopo 12 km di strada stretta ma asfaltata: qui sono diverse le opportunità di percorrere sentieri, da quello più noto che gira attorno alla grande formazione rocciosa (2 km., non presenta particolari difficoltà) di Nurlangie Rock, con viste su bellissime pitture rupestri, ad altri che perimetrano alcuni billabong.

Altri 18 km sulla Kakadu Highway e ci si trova sulla sinistra l'indicazione per le Jim Jim Falls e le Twin Falls
. Si tratta di una  pista difficile e pericolosa (per il veicolo), adatta solo ai 4WD di maggior altezza da terra; percorrenza stimata in circa 2h. per i 60 km che la compongono. L'ultimo km è comunque da farsi a piedi e l'eventuale proseguimento per le Twin Falls (secondo quanto ho letto) comporta altri 10 km di impegnativo fuoristrada.

Dal questo bivio, procedendo per alcuni km. si arriva alla breve deviazione  per il Warradjan Aboriginal Cultural Centre
(anche questo è un importante centro di documentazione sulla vita dei nativi e sulla flora e fauna della zona)  cui segue Cooinda e lo Yellow Water river. In quest'ultima zona c'è un lodge, l'imbarcadero per le crociere sul fiume, aree picnic e possibilità di alcune piccole passeggiate.         

L'ultima deviazione prima di uscire dal Kakadu N.P. è nella area che termina con il Mary River
, confine sud del parco (siamo a circa 90 km da Cooinda).  I due luoghi più interessanti in questa zona sono Barramundi Gorge (12km. di pista, solo 4WD) e Gunlom Waterfalls (35 km di sterrato, si fa anche in auto ma è disagevole ed è preferibile il 4WD).    

La strada, dopo l'uscita dal parco, prosegue sempre ampia ed asfaltata fino a Pine Creek per 60km., dove si trova la giunzione con la Stuart Highway che avevamo lasciato parecchio più a nord per entrare sulla Arnhem Highway.

La Stuart da Pine Creek a Katherine è praticamente quasi un rettilineo in ottime condizioni (ma lo è anche andando a nord, cioè verso Darwin), sono 90 km. che si percorrono in meno di un'ora. Anche qui il traffico è scarso, qualche road train ( camion con 3-4 rimorchi) e poco altro. Arrivati in Katherine, la deviazione a sinistra per il Nitmiluk (Katherine Gorge) National Park
è ben visibile; per arrivare al luogo di partenza delle crociere sul fiume Katherine, fra bellissime gole, si percorrono 30 km su una strada scorrevole ed asfaltata.  All'arrivo c'è un centro visitatori e un piccolo market.

La strada per il ritorno ricalca il tragitto fatto all'andata salvo, una volta giunti a Pine Creek, proseguire in direzione nord (sempre sulla Stuart che si mantiene larga e veloce) per altri 60 km fino poco oltre Hayers Rock. Qui si devia a sinistra  sulla scenic route (è segnalata): è il tratto della vecchia Stuart, strada asfaltata, panoramica ma stretta da percorrere con calma ed attenzione. Considerate almeno un'ora per i 55 km.  Dalla scenic route si diparte una strada minore lungo la quale si trova la deviazione che porta (esclusivamente 4WD) a Douglas Hot Spring Nature Park (circa 10 km) e poi a Butterfly Gorge
(altri 15 km). La prima non è affatto difficile, c'è comunque un guado da attraversare, la seconda era chiusa quindi non ho notizie. Alla fine della scenic route ci si ricongiunge alla Stuart per deviare a sinistra dopo 30km., di strada sempre veloce e scorrevole, in direzione Batchelor, porta d'ingresso al Litchfield National Park, distante una dozzina di km. su strada in perfette condizioni.  Su questo parco potete fare il download dal mio sito di una pubblicazione che può rivelarsi utile (attenzione è un file da 1,7MB) come questa sintesi sui sentieri del parco.

Giunti al Litchfield National Park avete due scelte: percorrere la sola parte asfaltata (circa 70 km.) e poi tornare indietro fino alla Stuart oppure proseguire per altri 60 km su una pista polverosa di terra rossa (scenografica e panoramica) che si può anche fare in auto ma per la quale è consigliabile il 4WD sia per la trazione sia per il pericolo di bucare (qui di traffico non se ne incrocia). Questa pista vi porta ad incrociare la Cox Peninsula Road entrando quindi nel Territory Wildlife Park
e successivamente nel Berry Spring Nature Park . In entrambi i casi non avrete assolutamente bisogno di 4WD.

Da qui sono circa 70 km. per raggiungere Darwin, prima sulla Cox poi deviando sulla Stuart direzione nord.      




 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu